Creazione siti web – guida joomla n.2

Creazione siti web – guida joomla n.1
9 agosto 2010
Creazione siti web – guida joomla n.3
9 agosto 2010
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Non siamo vincolati ad una struttura CMS classica e ad uno schema basato su due-tre colonn e con
l’aggiunta di un header e un footer,questo sistema a “blocchi” ci permette la massima libertà
nell’atto di realizzazione del nostro template,proprio perché risulta estremamente facile inserire i
blocchi nella posizione che desideriamo………ovviamente tutto ciò è strettamente legato al livello
personale di conoscenza della programmazione per il web (nello specifico html e Fogli di stile).
Nell’immagine abbiamo bordato in rosso i “blocchi” modulo ed in verde l’area di output dei
contenuti.LA STRUTTURA DEI TEMPLATE
I templates di joomla possono contenere diverse cartelle e files ma la struttura di base ed alcuni di
essi sono fondamentali per il corretto funzionamento e questa struttura,lo ripetiamo solo a livello
base (che non contenga cioè override di componenti e moduli e/o parametri del template stesso) è
identica alla precedente:
cartella del template (il nome deve essere il medesimo inserito nel file xml di installazione)
File index.php
o
File TemplateDetails.xml
o
File template.css
o
Cartella images
o
Cartella css
o
Il file index.php
Come già menzionato in precedenza è un misto tra html e codice php ed è sicuramente tra i file
più importanti del sistema
Il file TemplateDetails.xml
Questo “raggruppatore” di dati riveste una particolare importanza nella realizzazione dei template
per la nuova struttura,infatti oltre alle specifiche che già conoscevamo e che impostavano nome
del template,autore,licenza,url ed email dell’autore e dati riferiti a cartelle e file specifici che
accompagnavano le installazioni precedenti ha ora funzioni più avanzate gestendo innanzitutto le
posizioni dei moduli (in precedenza er a sufficiente inserire il codice di richiamo della zona
modulo ad es. <?php mosLoadModules(‘user1’, -2); ?> perché il sistema lo interpretasse e
mostrasse a video l’output relativo) in caso contrario le stesse non saranno disponibili,e gestendo
ed elencando anche i parametri di configurazione avanzata che un template può avere,questo un
esempio tratto dal template Beez di default nella instazione del pacchetto che considera appunto
quanto sopra detto riguardo alle posizioni disponibili nel template:
<positions>
<position>left</position>
<position>right</position>
<position>top</position>
<position>breadcrumb</position>
<position>user1</position>

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.