posizionamento siti web – JOOMLA SEO Parte prima

realizzazione siti web – override modulo latestnews per aggiungere il parametro title
9 agosto 2010
Realizzazione siti web – Jsclearbox e ovverride
9 agosto 2010
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Gli articoli pubblicati fino ad oggi nel nostro blog per la sezione creazione siti web e posizionamento siti web hanno affrontato tematiche diverse,cercando di proporre piccole correzioni e hack finalizzati al raggiungimento di scopi ben precisi (h1 nei titoli – tag title nelle voci di menu etc). E’ però mia intenzione realizzare una serie completa di articoli, una guida che affronti tutte le tematiche e le soluzioni possibili e conosciute riguardanti l’ottimizzazione per i motori di ricerca e la scalata delle SERP, lo faremo inserendo tool e materiale da scaricare, esempi, illustrazioni e quant’altro riterremo necessario.

Le 10 regole di base per ottenere un buon posizionamento dei siti web?
Lasciamo perdere! Le abbiamo lette e rilette centinaia di volte, partiamo invece dalle fondamenta per cercare di capire cosa è importante realmente per ottimizzare un sito (sia che si parli di CMS o di siti statici).
Molti, erroneamente, credono che ottimizzare un sito sia un discorso unicamente legato alla scrittura di buon codice e all’inserimento dei tag giusti……….. magari fosse così facile!
Parlare SERIAMENTE di ottimizzazione in realtà significa considerare e rifinire tutti gli aspetti della progettazione di un sito internet:

  • Design
  • Layout
  • Codifica
  • Funzionalità
  • Accessibilità
  • Usabilità
  • Applicativi per l’interazione con l’utenza

Si tratta di aspetti diversi ma che devono tutti convergere verso l’obbiettivo finale.
IL DESIGN
La figura del web designer è la prima ad essere tirata in ballo e forse la più importante rispetto alle altre coinvolte,si può avere a disposizione il miglior sistema di gestione dei contenuti del mondo, ma se il suo rendering a video è composto da tabelle per l’impaginazione e a grafica anni 60……. C’è poco da stare allegri! Vedremmo gli utenti scappare a velocità supersonica dal ns sito!
La grafica è importante, si visitano le pagine di un sito web non certo andando a controllare il sorgente, la prima cosa che colpisce il visitatore è l’aspetto del sito,e questo è un discorso abbastanza ovvio che ha favorito l’evoluzione stessa della figura del web designer. Il livello di competenze necessarie per svolgere questo lavoro non può più essere limitato all’utilizzo di programmi quali Photoshop, Illustrator, Gimp fireworks etc (lasciando i compiti successivi ad altre figure), sembrerà strano ma non avete idea di quante volte ad esempio mi è capitato di ricevere file psd da convertire in template per joomla che presentavano sviluppi diagonali dei moduli, o ancora file con risoluzione di 1100 x 900 pixel (forse realizzato pensando ad una media delle risoluzioni?) o ancora file esclusivamente grafici e senza nessuna impostazione tipografica.
Se il web si evolve devono seguire la stessa evoluzione anche le professionalità coinvolte! Essere web designer oggi significa innanzitutto lavorare con perfetta cognizione della destinazione finale, se so che un sito sarà realizzato in joomla piuttosto che con un altro cms debbo necessariamente conoscere come si sviluppa un layout per quel sistema, proprio per evitare problemi come quelli menzionati, e permettere una codifica reale,che rispecchi effettivamente ciò che si è realizzato.
Esistono dunque degli aspetti basilari che dobbiamo tener presente su ogni singolo progetto che ci accingiamo a realizzare per ottenere grafica ottimizzata ai fini SEO:

  1. Sviluppo verticale o meno del sito (CMS o xhtml)
  2. Utilizzo delle griglie per comporre i layout (a parte tutto si ha una semplificazione enorme del lavoro e si creano strutture con sviluppo logico e SEO friendly)
  3. Conoscenza delle funzionalità dei fogli di stile implementati nei vari sistemi (sapere cioè se ad esempio se le testate dei moduli o i tag h1 – h2 etc siano facilmente gestibili), ciò ovviamente riguarda solo i CMS
  4. Saper gestire la pesantezza dei file che andranno a renderizzare il layout finale (la dimensione delle pagine è un altro fattore determinante per il SEO)

Cominciamo punto per punto

Per quel che riguarda il punto 1 non credo ci sia molto da dire è fondamentale avere già idee solide al riguardo
Punto 2 – le griglie
Il concetto espresso da una parte capovolge gli step operativi, dall’altro permette sia una notevole riduzione dei tempi di realizzazione della codifica finale sia la produzione di layout ben incolonnati, cross browser e con fogli di stile leggeri, facciamo un esempio pratico

Portfolio 2010

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.